Il miglior caricabatterie portatile del 2018

 

Come scegliere il miglior caricabatterie portatile del 2018?

 

Negli ultimi tempi smartphone e iPad si sono innovati a una velocità esponenziale e oggi sono articoli sempre più funzionali e utili. Lo sviluppo delle varie App e della tecnologia non è però andato di pari passo con il miglioramento delle prestazioni delle batterie, che anzi oggi durano sempre meno per colpa dei consumi maggiori. Per ovviare al problema del telefono scarico puoi decidere di comprare un caricabatteria portatile, che ti permetterà di tenere il tuo telefono sempre acceso.

In commercio ci sono tanti modelli, alcuni anche a basso costo, e per scegliere il miglior caricabatterie portatile dovrai considerare alcuni fattori fondamentali. Innanzitutto devi valutare se comprarne uno singolo oppure optare per uno che possa ricaricare più dispositivi: se hai due telefoni, uno personale e uno per lavoro, sarà utile uno che possa caricarne due contemporaneamente. Allo stesso modo alcuni caricabatterie doppi possono essere utilizzati anche per caricare un iPad, quindi ti conviene valutare se optare per un modello dal maggiore amperaggio.

In secondo luogo è importante controllare la compatibilità del dispositivo con tutti i modelli di smartphone o iPhone: se per esempio hai uno smartphone e un iPad sarà opportuno accertarsi che tu possa connetterli tutti e due. Molti modelli doppi hanno una delle uscite USB più potenti dell’altra, proprio per permettere di caricare velocemente anche tablet e iPad.

Infine molto importanti sono sia i tempi di ricarica che la durata del caricabatteria stesso. Risparmiare qualche euro per un caricabatterie con prestazioni basse è sconsigliabile, in quanto ti potrebbe capitare di trovarti nella situazione che volevi evitare proprio comprando questo tipo di oggetto, cioè avere il telefono scarico quando ti serve davvero.

Importante quindi valutare la capacità in mAh (considera che 10000 mAh significa poter ricaricare fino a sei volte un iPhone) e il tempo di ricarica indicato dalla casa produttrice.

Continua la lettura se vuoi conoscere le caratteristiche principali di quello che secondo la nostra ricerca risulta essere il miglior caricabatterie portatile del 2018.

 

 

RAV IT RP-PB07

Principale vantaggio

Con le due uscite USB si possono ricaricare contemporaneamente due dispositivi e una delle due ha un amperaggio che permette di ricaricare velocemente anche tablet e iPhone.

 

Principale svantaggio

Secondo alcune recensioni l’unica pecca di questo dispositivo sono le dimensioni, che, seppure contenute, sono maggiori di altri modelli con caratteristiche simili.

Clicca qui per vedere il prezzo di questo modello

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Doppia uscita

Questo modello è dotato di due uscite USB dove è possibile collegare due diversi dispositivi: come confermato dalle recensioni degli utenti è compatibile con tutti gli smartphone e i tablet in circolazione, anche quelli Apple, ed è possibile anche usarlo per ricaricare il Tom Tom.

Uno dei due ingressi USB è a 4,5A e permette di ricaricare velocemente anche tablet e iPhone, che necessitano di un maggiore amperaggio rispetto a uno smartphone.

Tempi di ricarica

L’ingresso 2A consente al caricabatterie portatile di caricarsi in tempi minori rispetto ad altri oggetti simili, dotati di ingresso a 1 Ampere. I tempi di ricarica del dispositivo sono di alcune ore e lo puoi quindi tranquillamente attaccare alla corrente quando vai a letto: molto comodo il fatto che mentre si ricarica puoi collegare ugualmente il telefono o un altro dispositivo.

La tecnologia iSmart permette di fornire automaticamente la corrente ottimale necessaria e i 4 led indicano la percentuale di caricamento completata: il dispositivo può essere usato anche quando non è completamente carico. Inoltre, una volta terminata la ricarica, si spegne da sé in modo da risparmiare energia.

 

Capacità

La capacità di un caricabatterie dipende molto dal dispositivo che devi collegare, ma in tanti hanno confermato che si possono fare dalle quattro alle sette ricariche con vari modelli di smartphone. Se sai quanti mAh ha la batteria del tuo telefono puoi semplicemente dividere 10.400 per quel numero e otterrai all’incirca il numero di ricariche che puoi effettuare.

Considera che se colleghi contemporaneamente due dispositivi il calcolo è meno preciso in quanto il doppio collegamento assorbe più energia. Inoltre la capacità di ricarica dipende anche da come conservi il prodotto: le intemperie, l’acqua e gli urti tendono a far diminuire le prestazioni dopo un po’ di tempo.

In molti hanno invece apprezzato la custodia del caricabatterie: un piccolo sacchetto con chiusura elastica che permette di proteggerlo da urti e sporco, soprattutto quando lo tieni in borsa. Nella confezione troverai due cavi USB/ mini USB, anche se manca il cavo di collegamento alla presa elettrica.

 

Clicca qui per vedere il prezzo di questo modello

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...
Cookies: Su questo sito possono essere presenti cookies tecnici di terze parti che permettono di fare analisi di tipo statistico su visite e comportamento dell'utenza, in particolare si tratta di cookies gestiti da Amazon e Google con il servizio Google Analytics.